Hexenbichler Schiava

I CLASSICI

Le uve per questa Schiava provengono da vigneti selezionati tra i più vecchi della cooperativa, ubicati in zona collinare a 300-450 metri. Il terreno è calcareo di conformazione argillosa e ghiaiosa; forte escursione termica con giornate calde influenzate dal clima medi-terraneo e notti fredde con venti molto freschi che giungono dalle montagne.

DENOMINAZIONE

Alto Adige DOC

ANNATA

2018

Descrizione annata

Nonostante una germinazione relativamente tardiva, le temperature elevate e l’umidità registrate ad aprile e maggio hanno anticipato la fioritura in vigna. Da metà giugno il tempo era caldo e secco e un lieve stress idrico ha favorito una conclusione ottimale della crescita della vite e un passaggio ideale alla fase di maturazione. Importanti quantità di pioggia poco prima della vendemmia si sono rivelate benefiche per l’uva, in quanto dopo un’estate alquanto arida le hanno permesso di giungere alla fase di maturazione finale con un bilancio idrico positivo. Per tutta la durata della vendemmia il tempo asciutto e soleggiato ha creato le condizioni ideali per una perfetta maturazione e uno sviluppo armonico degli aromi dell’uva.

Di conseguenza, per ogni vitigno e in ogni vigneto è stato possibile procedere alla vendemmia proprio nel momento più adatto. Il risultato sono vini bianchi che si caratterizzano per una struttura elegante e una finissima acidità. Anche i vini rossi presentano un grande potenziale, poiché possenti e tannici.

DATI TECNICI

  • Vitigno: Schiava, con una piccola quota di Lagrein e Pinot Nero
  • Resa: 80 hl/ha
  • Altitudine: 300 -450 m
  • Terreno: calcareo di conformazione argillosa e ghiaiosa
  • Clima: forti escursioni termiche dovute a giornate calde, influenzate dal clima mediterraneo, e notti fredde con venti molto freschi che giungono dalle montagne

Vinificazione

L’uva è raccolta interamente a mano e posta in piccoli contenitori per mantenerla integra. Le uve vengono poi diraspate e fermentate a temperatura controllata in piccoli contenitori d’acciaio. A seguito della fermentazione malolattica, sempre in acciaio, la Schiava viene fatta maturare dapprima nei serbatoi di cemento e poi nelle botti di legno.

Note di degustazione

Colore rubino

Un vino di varietà autoctona e delicata struttura tannica. Esprime un bouquet fresco e fruttato.

Si distingue per sua buona morbidezza, lascia l’impronta di frutta rossa e leggermente di mandorla amara. Il finale è morbido e persistente.
Ottimo con i tipici piatti altoatesini e immancabile accompagnatore della merenda a base di speck e formaggi autoctoni; prelibato con le carni bianche, la pizza, i funghi e in generale con i formaggi delicati; vino leggero e beverino da consumare anche tra i pasti.

Temperatura di servizio

14-16° C

Zuccheri residui

1,0 g/l

Acidità totale

4,4 g/l

Cont. alcolico

12,7 % vol

Invecchiamento

3 – 4 anni

Formati

0,75 l

GUARDA GLI ULTIMI PREMI

Riconoscimento Annata Punteggio
VERNATSCH CUP 2006 Schiava of the Year
VERNATSCH CUP 2015 Schiava of the Year
VERNATSCH CUP 2019 Schiava of the Year
VERNATSCH CUP 2017 Schiava of the Year
BEREBENE LOW COST 2010 Oscar qualità-prezzo

Selezioni

Classici