Marjun

Pinot Nero

 

I CLASSICI

Le uve di Pinot Nero utilizzate per il nostro Marjun vengono coltivate in terreni calcareo-argillosi in una zona collinare a 350 a 650 metri slm.  Prende il suo nome da una fascia detritica calcarea sovrastante i vigneti (nell’antica lingua indoeuropea prelatina “marra” significa “detriti”)

DENOMINAZIONE

Alto Adige DOC

ANNATA

2019

Descrizione annata

L’inverno è finito con cospicue nevicate in montagna. Temperature più miti del solito a marzo e aprile e terreni ben nutriti hanno portato a una germogliazione poco uniforme e prematura. Maggio è stato caratterizzato da temperature più basse che hanno ritardato la fioritura. Il caldo e umido di giugno hanno incrementato il rischio di malattie fungine, contenuto grazie a un attento lavoro manuale in vigna. I restanti mesi estivi sono stati caratterizzati da un periodo di siccità, interrotto solo da alcuni forti temporali. Due ondate di caldo non hanno praticamente avuto risvolti negativi. Da metà agosto, le temperature si sono nettamente abbassate. Durante tutto il periodo della vendemmia si è registrata una forte escursione termica. La vendemmia è cominciata con un ritardo di due settimane rispetto all’anno precedente. I vini bianchi dell’annata 2019 vantano un’impressionante freschezza, mentre i Gewürztraminer sono particolarmente eleganti. I vini rossi invece presentano note decisamente fruttate e una vivace struttura tannica.

DATI TECNICI

  • Vitigno: Pinot Nero
  • Resa: 55 hl/ha
  • Altitudine: 350 – 650 m
  • Terreno: ghiaia calcarea e argilla, con sottofondo di roccia di porfido.
  • Clima: forti escursioni termiche dovute a giornate calde, influenzate dal clima mediterraneo, e notti fredde con venti molto freschi che giungono dalle montagne

Vinificazione

L’uva è raccolta tutta a mano e posta in piccoli contenitori che la mantengono integra, poi viene sottoposta a pressatura soffice immediata. La fermentazione avviene in piccoli contenitori d’acciaio a temperatura controllata (19° C), senza fermentazione malolattica. La successiva maturazione prosegue maggiormente in piccoli contenitori d’acciaio, ma anche in grande botte da rovere (20 %). Dopo un affinamento di 11 mesi nelle pièces si procede all’assemblaggio nei tini di legno. Successivamente l’affinamento del vino continua prima nei tini e poi in bottiglia.

Note di degustazione

Marjun si presenta in veste rosso rubino con sfumature granate. 

Al naso, i sentori di frutti di bosco, prugna e ciliegia sono impreziositi da accenni speziati. 

In bocca, un piacevole nerbo di freschezza riconduce immediatamente all’altitudine alla quale si trovano i vigneti che danno origine a questo elegante Pinot Nero, i cui tannini, sostenuti da una briosa acidità, risultano soavi e seducenti. Finale fruttato e succoso con evidenti note di spezie.

temperatura di servizio

16-18° C

zuccheri residui

0,4 g/l

acidità totale

5,6 g/l

gradazione alcolica

13,5 % vol

potenziale di invecchiamento

6 – 10 anni

formati disponibili

0,75 l / 1,5 l

GUARDA GLI ULTIMI PREMI
Riconoscimento Data riconoscimento Annata Punteggio

Selezioni

Classici